Esame

La Colposcopia è un esame eseguito per valutazione e approfondimento di risultati di pap-test anomali . Valuta le pareti vaginali e il collo dell’ utero, per eventualmente confermare l’ esistenza di immagini atipiche, la loro esatta localizzazione ed estensione.
La Colposcopia studia tutte le tappe delle lesioni precancerose (displasie), cioè con potenzialità evolutiva dalla normalità fino ad una condizione francamente neoplastica.
Ciò costituisce una premessa indispensabile alla effettuazione di prelievi bioptici mirati (sotto guida colposcopica) che porteranno ad una precisa diagnosi istologica.
Viene eseguita da un Ginecologo Colposcopista

Indicazioni

  • In caso di Pap-test anormale,
  • Valutazione delle Displasie cervicali (CIN).
  • Per individuare eventuali lesioni non visibili in occasione della visita ginecologica.
  • Utile controllo visivo per effettuare una biopsia mirata in caso di Pap-test anormale.
  • Valutazione diagnostica di lesioni virali (condilomatosi – HPV) a livello cervicale, vaginale e vulvare.
  • Controllo periodico in pazienti con precedenti patologie cervicali, eventualmente già trattate.
  • Perdite ematiche dopo rapporti sessuali.
  • Diagnosi e controllo di patologie cervico-vaginali in pazienti immunodepresse (per effetto di patologie o in corso di terapia immunodepressiva).

Come si esegue

Si utilizza uno strumento ottico, denominato Colposcopio, (costituito da una sorgente luminosa e un sistema di lenti) ed alcuni reagenti chimici (acido acetico e soluzione iodo-iodurata di Lugol), che permettono di osservare , ad ingrandimento e con un’ intensa illuminazione, la superficie della vagina e dell’ esocervice (porzione del collo dell’ utero che sporge verso la vagina).

Durata

Ha una durata variabile, dai 20 ai 30 min a seconda del quesito diagnostico cui si vuole rispondere

Diagnostica

Ginecologia – Isteroscopia:

Dott. Roberto Liguori

Ginecologia – Colposcopia:

Dott. Nicola  Blasi

colposcopio